Eft: un aiuto per la rinite allergica


La rinite allergica o raffreddore da fieno come viene comunemente chiamata, è un disturbo piuttosto sottovalutato e spesso viene confuso con il comune raffreddore, ha dei sintomi molto comuni e la persona che ne soffre inizia a starnutire, ha prurito al naso e non può smettere di soffiarlo.

rinite allergica

La maggior parte delle persone non riconosce i sintomi per cui ricorre all’automedicazione con modalità inadeguate utilizzando prodotti, nel migliore dei casi, inutili.

La rinite allergica altro non è che una reazione del sistema immunitario per combattere gli allergeni.

Gli allergeni sono considerati dannosi e l’organismo li attacca attraverso il sistema immunitario che produce gli anticorpi. Questi hanno il grande compito di contrastare virus e infezioni che attaccano l’organismo ma a volte attaccano anche alcune sostanze innocue che per qualche motivo vengono “viste” come pericolose e quindi da non “tollerare” anzi da combattere.

Una curiosità: la rinite allergica è una disturbo “moderno” se si considera che 200 anni fa non era presente in letteratura scientifica neppure un caso di allergia. Il primo caso di “hay fever” (raffreddore da fieno, in inglese) venne riportato sulla rivista scientificaThe Lancet nel 1819.

Non darò alcun suggerimento sui rimedi farmacologici, omeopatici o alimentari per tenere a bada questo disturbo.

Chi soffre di allergia infatti troverà centinaia di articoli che consigliano cosa fare e non fare e cosa mangiare e non mangiare.

In genere chi è allergico ha provato di tutto per stare meglio ma questo è servito soltanto a capire che dovrà convivere con questo problema per tutta la vita!

Oggi voglio invece mettere l’accento su un altro importante aspetto riguardante le allergie.

Stress, ansia o stati d’animo particolari possono influenzare la nostra reazione a cose o alimenti.

In questa visione olistica il problema della rinite può essere trattato da un altro punto di vista: quello emotivo.

Molti sicuramente avranno provato anche a rilassarsi o fare yoga o tantissimi altri “sistemi” ma sono sicura che pochi hanno provato con EFT.

L’Eft, è una tecnica di auto-aiuto relativamente “giovane”, ma si basa sulla stimolazione di alcuni punti di uscita dei principali meridiani, che come sappiamo sono tenui energie che scorrono nel nostro corpo e che invece sono alla base della tecnica dell’agopuntura da diversi millenni.

Possiamo tranquillamente definire l’EFT una cugina dell’agopuntura e più precisamente un’agopuntura “senza aghi“.

Quello che l’EFT fa è molto semplice ma molto efficace.

Praticamente stimolando i punti di uscita di alcuni meridiani con un leggero “picchiettamento” o anche con un massaggio o ancora con una leggera pressione e rimanendo costantemente focalizzati sul proprio disagio per tutto il trattamento, si ottiene un “reset” del sistema emotivo.

Al contrario di una seduta di psicoterapia dove bisogna ricercare le cause dei disagi nel ricordo di traumi, il “giro” di EFT si rivolge alla causa vera del disagio ricercando il blocco nel sistema energetico del corpo senza andare a disturbare i ricordi, permettendo di rilasciare l’energia negativa legata ai traumi e di rispondere in modo adeguato agli stimoli, in questo caso “allergeni”, in qualche modo legati a quelle memorie.

Ad esempio se molto tempo fa ho assistito ad un terribile avvenimento o mi sono spaventato mentre mangiavo delle fragole, oggi potrei avere una reazione allergica alle stesse o ai frutti rossi non a causa dei frutti in sé, ma perché il mio inconscio ha legato le due cose. In effetti non ricordo neanche più quell’episodio, ma il disagio provocato mi ritorna ogni volta che entro in contatto con quel tipo di frutta.

Rimanendo focalizzato sul “sintomo” e non sul ricordo (che di solito non ricordo! :-D ) e stimolando il sistema energetico del corpo attraverso i picchiettamenti  ”sblocco” la relazione creata in quel momento del mio passato e il mio corpo è libero di rispondere adeguatamente agli stimoli, visto che quell’emozione di spavento o di paura non mi serve più!

In genere pochi “giri ” di questa semplice, divertente ed economica tecnica si rivelano risolutivi anche per un’allergia vecchia di anni!

Consiglio comunque inizialmente di rivolgersi ad un operatore per la risoluzione dell’allergia, ma chi volesse cimentarsi in un autotrattamento può farlo guardando questo video introduttivo:

Se invece desideri un approccio diretto, magari proprio ora che soffri di questo disturbo, è possibile lasciare un commento e usufruire di una sessione gratuita di EFT tramite Skipe.

Decidi ora di vivere la primavera in piena libertà!

Franca Liberatore Operatrice Reiki e EFT

 

 

 

Potrebbe interessarti:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>